Ciao mi chiamo Jacopo! Sono un UX/UI Designer e Front End Developer. Sul mio sito troverai articoli sullo sviluppo Front End

Per spiegare che cos'è una variabile, pensiamo ad una scatola vuota, con un nome che la identifica ed un valore al suo interno.

Si dice variabile poiché il suo contenuto può variare nel tempo, ovvero durante l'esecuzione del programma. Una variabile è identificata in modo univoco dal proprio nome, ed in PHP comincia sempre con il simbolo $.

Per memorizzare un valore all'interno di  una variabile, si utilizza l'operatore di assegnamento = .

Ad esempio se volessimo memorizzare il numero 42 all'interno della variabile risposta, in PHP dovremmo scrivere:

    $risposta = 42; //Creazione della variabile *risposta* e assegnazione valore 42

Una variabile quindi è composta da:

1- Nome variabile con anteposto il simbolo $

2- Operatore di assegnamento =

3- Valore da assegnare

4- Chiusura ;

Oltre ai valori numerici in una variabile possiamo anche inserire delle stringhe di testo.

    $risposta = "La risposta a tutto";
    echo $risposta;

La risposta a tutto

Operazioni tra variabili

Le variabili sono molto utili anche per effettuare operazioni matematiche:

    $a = 5;
    $b = 3;
    $somma = $a + $b;
    echo $somma;

8

CamelCase

Fonte Wikipedia

Se in una variabile vogliamo unire due o più parole, una convenzione molto utile per la leggibilità del codice è la notazione CamelCase.

    $CamelCase = 0;
    $camelcase = 0;

Nella prima variabile si nota subito la presenza di due parole unite, questo perché la prima lettera di ogni parola è in maiuscolo. Questa pratica non è obbligatoria ma fortemente consigliata per la leggibilità del codice.

Quando si crea una variabile, essa viene inserita all'interno del vocabolario di PHP. Questo vuol dire che ogni volta che noi richiameremo all'interno del nostro codice la nostra variabile, PHP saprà interpretarla e restituire il valore al suo interno.

Regole Variabili

Le variabili devono iniziare con $ seguite da una lettera. Scrivere dopo $ un numero o un underscore _ è sbagliato.

    $VariabileCorretta = 42; //Varabile scritta correttamente
    $42Variabile = 0; //ERRORE
    $_Variabile = 8; //ERRORE

Modificare una variabile

Per modificare una variabile basta semplicemente assegnarli un altro valore.

    $a = 5;
    $a =7;
    
    echo $a;  //Ci restituirà il numero 7 poiché il valore della variabile è cambiato

7

Assegnamento composto

Oltre all'assegnazione = possiamo effettuare un'operazione aritmetica o di concatenazione.

    $a = 3;
    $a += 2;
    
    echo $a; //Equivale a 3 + 2

5

Oltre alla somma, nelle forme contratte di assegnamento, ci sono anche le altre operazioni aritmetiche:

-, *, **, / e %

    $a = "La risposta a tutto";
    $a .= " è 42";
    
    echo $a;

La risposta a tutto è 42

Possiamo anche incrementare e fare il decremento di una unità attraverso due comandi: $variabile++, $variabile-- .

    $i = 2;
	$i++;
    
    echo $i;

3

    $i = 2;
	$i--;
    
    echo $i;

1

Maiuscole e minuscole

Rispetto ad altri linguaggi di programmazione, PHP è case-insensitive per comandi come echo, printf etc.. Mentre è case-sensitive per i nomi delle variabili.

Cosa vuole dire?

Vuol dire che sei noi inizializziamo una variabile con una o più lettere maiuscole (ad esempio \$Variabile), nel caso in cui la richiamassimo altrove all'interno del nostro codice scrivendo \$variabile, PHP non saprebbe che noi vogliamo intendere la stessa variabile, poiché tiene conto della differenza tra maiuscole e minuscole nei nomi delle variabili.

In tabella gli elementi del linguaggio PHP case-sensitive e case-insensitive.

case-sensitive case-insensitive
Nomi Variabili Comandi
Nomi Costanti Nomi Funzioni
Chiavi Vettori associativi Nomi Costruttori di Classe
Nomi Proprietà delle classi Nomi dei Metodi
Nomi Costanti delle Classi

Consigli

L'italiano è una lingua bellissima, ma nell'informatica è sempre meglio utilizzare l'inglese. Una buona norma è quindi scrivere i nomi delle variabili in inglese anziché in italiano (o nella propria lingua madre).

I nomi delle variabili devono essere autoesplicativi. Questo significa che se una variabile definisce un determinato tipo di valore, è bene creare un nome della variabile che la identifichi univocamente.

Inoltre è bene non utilizzare parole riservate, ovvero che sono già definite nel vocabolario di PHP.

Ti sei iscritto con successo al blog di Jacopo Kahl - UX/UI Designer e Front End Developer
Bentornato! Hai effettuo l'accesso al blog.
Ottimo! Ti sei appena registrato.
Perfetto! Il tuo account è attivo, ed hai l'accesso a tutti i contenuti.