Come scrivere un articolo per il blog

Il teorema della scimmia instancabile afferma che una scimmia che prema a caso i tasti di una tastiera per un tempo infinitamente lungo, quasi certamente riuscirà a comporre qualsiasi testo prefissato.

Go to the profile of  Jacopo Kahl
Jacopo Kahl
5 min di lettura
Come scrivere un articolo per il blog

Ogni tanto mi capita di avere un'idea per un articolo e di volerlo incominciare a scrivere di getto. Un grosso problema, che mi trovo spesso ad affrontare, è quello di non riuscire sempre a stare nei confini dell'argomento scelto e di perdermi in fiumi di parole.

Poco tempo fa ho stilato una serie di punti da seguire per questo blog su come scrivere un articolo. Questi sono punti che potrebbero sembrare banali, di mero buon senso, ma purtroppo spesso capita che durante la scrittura non si faccia attenzione al lettore che sta dall'altra parte e si finisca per scrivere solo per noi stessi.

Ho pensato quindi di condividerlo, con la speranza che possa essere utile anche a chi mi legge o a chi si ritroverà qui magari in cerca di qualche spunto.

Scelta dell'argomento

Quando si vuole parlare di un argomento, bisogna controllare se sul blog non si è già affrontato il tema nel dettaglio o lo si è marginalmente ricoperto con altri post. Se sì, è bene rileggere il post ed eventualmente prendere spunto da quanto scritto in precedenza.

Sembra banale ma fare dei collegamenti tra quanto si è scritto in precedenza aiuta sia la persona ad approfondire articoli correlati, sia aiuta la SEO per quanto riguarda la costruzione di una buona link building interna.

Una volta che avete scelto l’argomento che volete trattare, create una scaletta degli punti da sviluppare, tenendo a mente la regola delle 5w:

  • WHO? [chi]
  • WHAT? [Che cosa]
  • WHEN [Quando]
  • WHERE [Dove]
  • WHY [Perché]

Questi sono considerati solitamente i punti irrinunciabili da presentare all'interno di un articolo. Questi punti devono essere presenti nella prima frase (l'attacco o lead) di ogni articolo, poiché come spesso accade i lettori arrivano sul sito dopo aver posto la ricerca su Google come domanda in cerca di risposta.

Ricordarsi sempre che Google con il tempo è passato da motore di ricerca a motore di risposte.

Chi è il nostro pubblico di riferimento?

In base al tipo di argomento scelto, ricordarsi il tipo di personas a cui ci vogliamo rivolgere. Questo è molto importante poiché determina il “tone of voice” dell'articolo.

Prima di incominciare a scrivere creati l'indice!

Sembra strano ma prima di incominciare a scrivere di getto, il mio consiglio è quello di creare un indice provvisorio che ti servirà per stilare la scaletta dei punti che vuoi trattare nel post.

Questo è molto utile per non divagare troppo nella scrittura del testo. Per essere più precisi è bene spezzare i blocchi di testo cercando di seguire un flusso di lavoro che crei interesse nel lettore.

Pensa all’indice come un contenitore di singoli blocchi di testo prefissati con dei limiti, cercando con la scrittura di riempirli senza mai però sforare.

Nel caso in cui avessi dimenticato qualcosa o stessi facendo troppi approfondimenti, taglia il testo in eccesso e archivialo per poterlo utilizzare in futuro con altri post.

Come scrivere

Per suddividere un testo si deve mantenere una struttura basata su introduzione, corpo e conclusione. Nella scrittura di testi per il web, l’attenzione dell’utente deve essere catturata subito sin dalle prime righe di testo; ricordiamoci che arrivando da un motore di ricerca, l’utente necessiterà di una risposta fin dalle prime righe del nostro testo.

È bene prendere spunto quindi dalla tecnica della piramide rovesciata: nell’introduzione si comunica subito l’argomento principale, per poi passare a degli approfondimenti nel corpo e riassumere quanto scritto nella conclusione, magari facendo riferimento ad altri articoli.

Fig. 1 - Infografica della tecnica della piramide rovesciata

Corpo del testo

Il corpo del testo deve essere un approfondimento dell’argomento principale dell’articolo diviso per punti. Prima di scrivere è bene tenere a mente l’elenco dei punti da dover trattare, ricordandosi di dividere i blocchi attraverso i titoli.

Evitare frasi lunghe e complesse, prediligere una scrittura discorsiva con frasi semplici, comprensibili anche a chi non ha una conoscenza approfondita dell’argomento.

Come potete leggere anche in questo articolo cerco sempre di separare i paragrafi in maniera appropriata. Lo spazio vuoto aiuta l'occhio a riposare e permette una lettura agevolata del testo (ricordatevi che vi leggono da uno schermo e non su un libro di carta!).

Curare la grafica

Questo è uno degli aspetti che preferisco ❤️

Gli articoli scritti per il web devono avere un impatto grafico che aiuti l’occhio dell’utente a non perdersi nella lettura. Ci vuole cura nell’utilizzo degli spazi tra le parole, nei paragrafi e per gli altri elementi quali video e immagini.

È sempre meglio utilizzare gli elenchi puntati per facilitare la lettura tra più elementi. Cercare anche di mantenere un buon stile nella formattazione del testo attraverso corsivi, grassetti e titoli che aiutino il flusso di lettura.

Immagini

Utilizzare immagini in linea con la Brand Identity, prediligendo dove possibile l’utilizzo di infografiche che catturino l’attenzione. Per facilitare la lettura dell’utente, andrebbe inserita un’immagine dopo ogni 300 – 500 parole di testo.

Ricordarsi sempre di ottimizzare le immagini al fine di renderle meno pesanti. Questo vi aiuterà anche nei caricamenti della pagina ed eviterà che gli utenti escano dalla vostra pagina perché lenta a caricarsi.

Lunghezza del testo

Un testo, per essere facilmente fruibile dalla maggior parte degli utenti, deve avere una lunghezza massima (consigliata) di circa 2.000 parole. La lunghezza minima accettabile per un articolo è di 400 parole.

Nel caso di approfondimenti più lunghi, si potrebbe formulare un articolo di approfondimento, che si rivolgerà però ad un pubblico di nicchia.

Cercate sempre di non annoiare chi vi legge!

Call to action

Le call to action devono essere mirate a creare interesse da parte dell’utente nei confronti dei vostri prodotti o anche solo del vostro blog. Bisogna sempre tenere da conto che la scrittura degli articoli è finalizzata ad acquisire nuovi utenti e fidelizzare maggiormente quelli già presenti.

Ricordatevi sempre che state scrivendo per risolvere i problemi delle persone grazie ai vostri articoli.

Link Building

È bene all'interno di un articolo, inserire i link a riferimenti esterni di siti autorevoli del settore, e riferimenti interni ad altri vostri articoli riguardanti lo stesso argomento.

In ottica link building, cercate di scrivere articoli che anche voi condividereste senza vergognarvi. 😆

Articoli di qualità

Scrivere per gli utenti aiuta a creare dei contenuti che hanno un valore inestimabile. Inoltre Google predilige i contenuti che vengono reputati dagli utenti come validi e riutilizzabili nel tempo.

Difatti, un altro aspetto importante è il mantenimento dell’articolo nel tempo, con revisioni costanti e metriche di valutazione seo oriented.

Vuoi approfondire l'argomento? 🤓 + 📚 = 😄

Libro consigliato

La battaglia dell’attenzione si vince con i contenuti, attraverso i quali raggiungere e stimolare l’interesse di potenziali clienti.